Home Spettacolo Spettacolo Torino

UNE CHAMBRE DERRIERE UNE “ FACADE ” A TORINO CON LUIGI MAIO

1
CONDIVIDI
luigi Maio

luigi MaioGENOVA. 25 OTT. Giovedì 30 ottobre, ore 21 al Teatro Vittoria di Torino il “musicattore”® genovese Luigi Maio è il protagonista di “Façade” di William Walton – nella versione italiana dello stesso Maio approvata dalla William Walton Foundation.

Il Musicattore spiega così il suo spettacolo: “È un raffinato Circo Sonoro dove alla voce umana spetta l’arduo compito di farsi giocoliere affinché, in equilibrio sulle corde tese del pentagramma, anziché esibirsi con palle e birilli, faccia vorticare in aria note e parole. Ma per ottenere tali dinamiche circensi ho voluto mutare il generico e inadeguato “recitante” nell’inedito e più appropriato “Musicattore”®, per attirare – novello Pifferaio Magico – bimbi e adulti nel piccolo grande mondo del Teatro da Camera. Un mondo che, nel caso di Façade, si tinge magicamente di nonsense al pari della favola di Alice nel Paese delle Meraviglie”.

La traduzione di Maio, l’unica completa in italiano rispetta il più possibile non solo la metrica originaria, intervenendo direttamente sulla partitura, ma anche la musicalità delle assonanze del testo inglese.

Il programma si aprirà con The White People of Dreams, breve poema da camera che Maio ha composto ispirandosi alla novella macheniana The White People (storia di una fanciulla che – similmente alle eroine sitwelliane – si intrattiene pericolosamente con Ninfe, Satiri, Fate e pallidi Demòni, divenendo un’Alice alquanto sinistra).

Questo per rendere omaggio alla memoria di Lady Susana Walton, che onorò Maio della sua stima e amicizia, cosa a cui l’artista tiene ovviamente moltissimo.

Lo spettacolo è a ingresso libero. Francesca Camponero

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here